In evidenza

ILLCA?

Scarica la newsletter completa.

Molti hanno notato la nostra assenza alla riunione annuale dell'ILLCA (Associazione dei Lloyd's Correspondent Italiani) e ci hanno scritto. Al riguardo desideriamo precisare che la nostra assenza non ha voluto essere una mancanza di rispetto per i Lloyd's o il loro nuovo rappresentante per l'Italia, cui va al contrario il nostro caloroso benvenuto, ma semplicemente il dover prendere atto del fatto che il presidente ILLCA, che ha ricevuto il nostro amministratore dopo neppure mezz'ora di anticamera (beh si è un romano che sarà mai mezz'ora di tempo rubata ad un milanese) per parlare del famoso tacito rinnovo dei contratti Lloyd's, dopo aver ascoltato le nostre osservazioni basate su aspetti legali e tecnici ha pensato bene di non farsi mai più trovare sfuggendo ad ulteriori confronti. Il poveretto non sa che nessuno è talmente importante da potersi sottrarre al confronto democratico e neppure lui potrà farlo. Quindi fintanto che l'ILLCA non assumerà un atteggiamento democratico e rispettoso delle persone noi non parteciperemo ad alcuna loro manifestazione. Nel frattempo abbiamo avuto interessanti incontri con la Corporation dei Lloyd's la quale sul tema del tacito rinnovo lascia libero il Mercato di fare quello che ritiene più opportuno in quanto tale aspetto legale riguarda, a loro dire, unicamente la sottoscrizione dei rischi. Per noi ne va invece della serietà del rapporto con gli Assicurati e quindi anche la Corporation Lloyd's dovrebbe porsi il problema che inserire clausole di tacito rinnovo in contratti piazzati nel Mercato Lloyd's costituisca una mancanza di trasparenza se associata alla mancata disdetta del contratto ad ogni cambio del Mercato che sottoscrive il contratto. Ovvio i signori dell'ILLCA sono fermamente contrari perchè essendo quasi tutti ex agenti Generali adorano lavorare con le quietanze ed il tacito rinnovo, ma non con le basse provvigioni Generali ma con le più generose provvigioni Lloyd's. Ma il bello è che ILLCA non valuta il fatto che oramai l'Assicurato ha sempre ragione e quindi qualsiasi limitazione o scarsa informazione fornita allo stesso si ritorcerà poi nei confronti dell'intermediario assicurativo che risponderà nel caso di contestazioni sui sinistri. Pensate ad un rischio piazzato in claims made che si rinnova tacitamente, magari cambiando mercato Lloyd's e che dopo la denuncia di sinistro il nuovo sottoscrittore non contesta, come sarebbe giusto con un contratto Lloyd's senza tacito rinnovo ed il bel modulo proposta compilato, la dichiarazione falsa o reticente (1892 o 1893 codice civile) ma direttamente l'aggravamento di rischio ex art. 1898 codice civile lasciando l'intermediario totalmente responsabile per il sinistro respinto non avendo lo stesso in mano alcuna dichiarazione dell'assicurato. Ora ci rendiamo conto che forse l'ILLCA non voglia parlare di queste cose perchè far compilare un modulo proposta ogni anno rappresenti una fatica che a Roma non vogliano fare visto il numero di cene e pranzi cui devono prendere parte. Quindi caro presidente ILLCA goditi pure i pranzi e le cene noi andiamo avanti sulle cose importanti che evidentemente non interessano perchè il lavoro per alcuni è fatica ed il confronto democratico deprimente. Intanto noi stiamo in riva al fiume ad aspettare. :-)

Notizie